Ogni anno, a dicembre, l’Istituto Pantone decreta quale sarà il colore dell'anno. Potremmo dire che tutto il mondo della creatività e dell'industria attende questo annuncio con trepidazione. Addirittura qualche mese prima si scatena un toto-colore con i CEO delle industrie di vernici, blogger di moda e di interior design che sfornano pronostici. Anche quest’anno, però, l’Istituto Pantone ha spiazzato tutti creando un colore ex novo, il Very Peri. A dire il vero però, stando a quanto riportato da molti magazine internazionali qualcuno che avrebbe anticipato la scelta del Coty (Color of the Year) ci sarebbe. Gucci ha, infatti, “profeticamente" creato un abito mantello, proprio della stessa nuance, appositamente per Lady Gaga, sfoggiato dalla cantante già lo scorso novembre in occasione della première londinese di “House of Gucci”. Andiamo, però, a scoprire che colore sia il Very Peri.

Il colore della rinascita
Il colore della rinascita

Il colore della rinascita: il Very Peri

Quest’anno l’Istituto Pantone ha voluto creare un inedito, per la prima volta in 23 anni di proclamazioni di Coty. Questa scelta è stata dettagliatamente spiegata dal team decisionale e la novità è stata motivata con la volontà di conformarsi alla realtà in mutamento post-pandemia. Il mondo attuale sta subendo una grande trasformazione e pertanto la voce più autorevole del mondo dei colori ha creato qualcosa di mai visto.

È finita la doppia armonia del Grigio Ultimo e del Giallo illuminante – i colori benessere dell'anno 2021. PANTONE 17-3938 Very Peri è “un blu pervinca dinamico con vivificante un sottotono di rosso-viola”. Un colore che fonde “la fedeltà e costanza del blu con l’energia e l’eccitazione del rosso”. La massima autorità del colore ha voluto così descrivere il momento di transizione che viviamo con forti spinte creative e voglia di rinascita. Il Very Peri è stato realizzato partendo dalla palette dei blu, colore della quiete, rassicurante e costante, ciò di cui abbiamo avuto bisogno e ancora abbiamo bisogno in un periodo di incertezza. C’è però un sottotono energico rosso-violaceo che abbraccia la voglia di novità e che strizza l’occhio alla nuova dimensione digitale. È, però interessante conoscere come avviene il processo decisionale che dopo oltre nove mesi di studi ed analisi conduce a proclamare il Color of the Year. Per comprendere il motivo per cui, a livello internazionale, designers, industrie di vernici, grafici, produttori di packaging, stilisti e trend setter attendono con ansia l’annuncio del COTY, occorre fare qualche passo indietro e riavvolgere il nastro del tempo fino al 2000.

Gli albori del COTY 

Pantone Color Institute è la divisione commerciale di Pantone, un big americano di servizi per la grafica. Potremmo dire che Pantone ha codificato il colore, ha cioè realizzato un linguaggio internazionale, ha creato le 7 note del mondo cromatico, ossia il Pantone Color System. Grazie a Pantone oggi se si indica PANTONE 17-3938 Very Peri, chiunque saprà di quale precisa tonalità stiamo parlando. Pensate ad una multinazionale con sedi sparse nel mondo che produce merendine, ogni filiale saprà che il packaging di quel dolcetto ha quei determinati colori, sia essa in Asia, in Oceania o in Europa. 

La svolta che ha portato Pantone ad assumere tale rilevanza a livello mondiale è avvenuta abbastanza di recente, nel 2000, quando ha iniziato a decretare il Color of The Year. Inutile dire che la schiera delle aziende cosmetiche, o produttrici di vernici che hanno seguito questo esempio si arricchisce di anno in anno di nuovi membri. 

Il team e i criteri di selezione

Se nel 2000, come ogni impresa di successo, l’individuazione del colore dell’anno era una decisione presa da poche personalità all’interno dell’azienda, ora le analisi e gli studi partono a primavera e terminano con la proclamazione del COTY a dicembre. Il gruppo responsabile della scelta contempla diverse professionalità e conta una ventina di persone. La decisione avviene osservando la realtà nelle sue più varie sfaccettature: dalle mostre d’arte in programma alle pellicole cinematografiche in uscita, dalle mete turistiche più gettonate ai fenomeni socio-economici. Un caleidoscopio – è proprio il caso di dirlo – di sfaccettature del mondo in cui viviamo è la base di studio degli esperti Pantone.

Vedremo il Very Peri per tutto il 2022 nel mondo del design, della moda e del make up
Vedremo il Very Peri per tutto il 2022 nel mondo del design, della moda e del make up

È proprio così che quest'anno Pantone ha scelto un neo-colore per descrivere una realtà  inedita post-pandemia. Siamo sicuri che vedremo il Very Peri per tutto il 2022 fra i rivestimenti ceramici, nell'arredo tessile, nel make up fino agli abiti delle prossime collezioni primavera-estate!